LEGGIUNO: EREMO DI SANTA CATERINA DEL SASSO

Raggiungibile sia via terra (a circa 2 km da Leggiuno) che via lago, l'Eremo di Santa Caterina del Sasso Ballaro è uno dei luoghi più noti e amati del Lago Maggiore.

Dal 1970 è proprietà della Provincia di Varese che ne ha curato i diversi restauri. Ricordiamo tra l'altro che, pur essendo a pochissimi minuti di battello da Stresa (prov. VCO), la visita guidata del luogo si effettua solo con Guide abilitate per la Provincia di Varese.

Edificato a picco sul lago, l'ex complesso monastico - da cui si gode uno dei più bei panorami del Verbano - si staglia sulla chiara roccia ombreggiata da arbusti. Fondato secondo la tradizione dal ricco mercante Alberto Besozzi per essersi salvato da un terribile naufragio nel 1170, l'eremo si è via via ampliato nei secoli e ha ospitato ordini monastici diversi.
Il complesso comprende il Convento meridionale, il Conventino e la Chiesa, quest'ultima risultato di più oratori unificati a fine Cinquecento.
In primo piano spicca il campanile trecentesco.

Molti e preziosi sono gli affreschi (databili tra il XIV e il XIX secolo) che abbelliscono gli edifici.